Calendario Appuntamenti Caritas nei vicariati diocesani

Realizzazione database Professionisti Volontari Caritas . La Scelta e l’Appello della Caritas diocesana.

Carissimi, è in atto un grande cambiamento pastorale e culturale nella nostra diocesi e anche nella nostra Caritas Diocesana. Il nostro Vescovo sta  guidando la nostra diocesi,  coinvolgendo ciascuno di noi e spingendo e orientando tutti noi, clero e laici all’assunzione di responsabilità e all’impegno ecclesiale  con un coinvolgimento vero  ad una fede matura che incida profondamente nelle nostre scelte,  optando per stili di vita improntati alla testimonianza sincera ed alla sobrietà della nostra vita.  Siamo spinti dal vento dello Spirito Santo che orienta tutto il nostro essere con uno sguardo profetico verso la  nostra storia,  che ha bisogno della nostra impronta cristiana. Tutti gli ambiti della pastorale ormai  sono improntati  alla sinodalità e alla compartecipazione non solo verbale, ma fattiva e operosa. Alla luce di questi orientamenti siamo consapevoli delle responsabilità che tutti noi abbiamo nei confronti della chiesa e del mondo, e in special modo verso i poveri, gli ultimi delle nostre periferie, dei giovani senza lavoro, delle famiglie dilaniate dalla mancanza di lavoro e dalla crisi economica e di valori, dalla cecità ed insensibilità delle istituzioni. Desideriamo operare insime a voi tutti, non solo ai credenti, ma a tutti coloro hanno a cuore la sorte dei fratelli nel bisogno. Il nostro appello è rivolto allora a tutti voi, anche a coloro che non frequentano le nostre chiese, ai non credenti, ai non praticanti…. a coloro che vogliono credere nell’uomo, a coloro che vogliono praticare l’uomo, a coloro che vogliono amare l’uomo! Carissimi noi sappiamo che in questo amore all’uomo, c’è alla fine l’amore al Cristo, anche inconsapevolmente,  e la sua sequela.  Alla fine,  nella  nostra vita conta l’Amore. E l’Amore è la condizione necessaria perchè tutto quello che diciamo, e facciamo abbia il suo vero senso e compimento, che alla fine è quello di dare “sapore” alla vita e alla storia.  Quando vedremo i nostri fratelli camminare da soli, con il volto sereno, e col capo diritto che annunzia al mondo la ritrovata dignità di uomo libero, la nostra missione sarà compiuta. Per giungere a questo obiettivo e realizzare programmi e sostenere e promuovere progetti di sviluppo e di sostegno ai fratelli  abbiamo bisogno, non solo dell’aiuto ma  della partecipazione nella scelta degli obiettivi e nella programmazione delle azioni di sostegno al mondo variegato dei bisogni. Allora l’appello è rivolto  a realizzare un data base di Professionisti volontari che possano dedicare parte delle proprie energie, professionalità, intelligenza e un po’ di tempo ai progetti che insieme, tramite la conoscenza comune del territorio e dei suoi bisogni che intercetteremo, mettendo in campo tutto quello che è possibile per sostenere nuove opportunità e nuove possibilità di crescita per tutti coloro che ci tenderanno le mani. Queste sono le figure che vorremmo insieme a noi Vescovo e diaconi:

Barbiere, Parrucchiera, Medici, Farmacisti, infermieri, veterinari, Psicologo, Counseling, Ingegnere, Insegnante,  Interprete lingua mediorientali, Architetto, Giornalista,  Fotografo,  Elettricista, Commercialista,  Idraulico, Esperto formazione Imprese Giovanili e non, Esperto progetti di finanziamenti Regionali ed Europei, Esperto informatico, Ottico, Fabbro, Meccanico, Assistente disabili, Elettrauto, Operaio scialbatore, Operaio Edile, Carpentiere, Esperto impianti fotovoltaici ed eolici, Ingegnere idraulico, Ingegnere informatico, psicologo esperto in dipendenze patologiche…e te che leggi…con il tuo bagaglio di esperienza nel mondo del lavoro, della formazione.

Allora, potremmo sembrare un po’….esagerati? Noi pensiamo che ci siete tanti e anche altri, magari non in questo elenco,  che potreste  e vorreste dedicare un’ora della vostra vita agli altri. Noi vorremmo ricevere solo la vostra disponibilità e sapere che eventualmente ci siete e che possiamo contare sul vostro volontario supporto e sostegno. Che in progetti specifici di sostegno alle famiglie, ai giovani, a situazioni di emergenza, ci sarete. Che nella elaborazione di un programma-progetto potremo contare sulla vostra partecipazione,  e che le scelte e  le decisioni  saranno realizzate insieme…e che insieme chiesa-mondo possiamo camminare accanto,  con un’unica possibile e certa  “contaminazione” e osmosi , che si chiama “Amore”.  Aspettiamo con impazienza una vostra risposta tramite email, indicando i vostri dati, e il tempo disponibile e il campo in cui operate non tralasciando come contattarvi. Oppure potete venirci a trovare presso la caritas a Piazza Armerina, nella sede dell’Episcopio,  tutti i Venerdi’ dalle 16 alle 20 e  il mercoledì dalle 10 alle 12 (Toto’ Farina  cell. 334 -3405490) . Oppure telefonando  a questo numero (331 5820586 diacono  Pietro Valenti) e  verremo noi a trovarvi e saremo felici di farlo. Grazie.

La visita del Papa in Egitto. La diretta su youtube a partire dalle 13.05 di oggi 28 aprile 2017

Gela, Misericordia e Carita’, segni concreti della presenza del Risorto.

Gela: oltre 2000 persone assistite dalla Piccola Casa della Misericordia. Ecco le attività avviate

Notizie dai Comuni: Niscemi “Oasi Gesù Misericordioso.

Un’Oasi di Misericordia a Niscemi, così si definisce un luogo non solo fisico, ma teologico, in cui la Misericordia è il soggetto principale e l’oggetto di questa starordinaria  potenza d’amore sono i fratelli piu’ piccoli e bisognosi.  Il volto Misericordioso del Padre si china sul debole, sul povero, sull’affamato, sul disoccupato, su tutti coloro che,  per motivi diversi, sono nel bisogno, nel dolore, nell’angoscia, nell’abbandono . Questo volto paterno e misericordioso si manifesta attraverso la presenza del figlio suo Gesu Cristo presente e vivo nella storia attraverso la Chiesa. Chiesa che è sacramento, cioè segno visibile e tangibile di Cristo morto e risorto.  In questa Chiesa, Santa, fatta da noi tutti poveri peccatori c’è un grande tesoro che siamo tenuti a manifestare e donare: l’amore preferenziale per i piccoli e i poveri. E’ in questo contesto teologico che nasce presso la parrocchia San Francesco d’Assisi di Niscemi “L’Oasi di Gesù Misericordioso”. E’ Questo il contesto in cui dovrebbe nascere in ogni parrocchia un Oasi per i poveri, anzi ogni parrocchia dovrebbe “essere”, un oasi un porto sicuro per tutti coloro che non hanno voce, dignità. Un posto sicuro dove essere accolti per quello che si è: deboli, malati, disperati…..perchè scusatemi, se non trovano posto nelle nostre comunità parrocchiali che sono nel territorio, da chi dovrebbero andare? Certo questo non toglie il necessario supporto degli Enti preposti alla solidarietà e l’mpegno a sollecitare il loro dovere nei loro confronti previsto “per legge”. Ma il luogo per loro sempre aperto e dove dovrebbe campeggiare scritto  a lettere dorate “venite a me voi tutti che siete affaticati e stanchi ed io vi ristorerò”, dovrebbero essere e sono le nostre parrocchie, dove si fa non perchè qualcuno dice di farlo, o “per legge”, ma perchè,  qualcuno  di nome Gesù di Nazaret lo ha fatto donando se stesso fino in fondo, versando il suo sangue fino all’ultima goccia. Proprio l’immagine della lancia che trafigge Gesù morto sulla croce, e la successiva uscita del sangue e acqua oltre alle spiegazioni che già sappiamo (proprio in questi giorni della Santa Pasqua ci è stato ampiamente spiegato),  indicano la donazione totale  e senza riserve sino all’ultimo dell’amore di Dio per l’umanità. Nemmeno una goccia di sangue è stata trattenuta dal Dio sulla croce…tutto per noi fino alla fine. Ecco,  cio’ continua nella storia fino alla consumazione dei secoli,  nella nostra storia,  attraverso la sua reale presenza nella Chiesa e nelle comunità cristiane che dicono e praticamente esprimono la donazione totale per i fratelli. Ecco perchè dovremmo bruciare anche noi d’amore  per i fratelli. Noi che condividiamo la sua vita in noi, che facendolo nostro attraverso la sua Parola e il suo Corpo, non dovremmo poter vivere senza la carità e la donazione completa ai nostri fratelli.  E’,  e sarà come è sempre stato nella storia,  lo Spirito Santo che nelle diverse situazioni di tempo e di luogo  suggerirà  come e quanto fare. Vi allego perchè possiamo e dobbiamo  conoscere  un pieghevole, inviatomi da uno dei responsabili  e operatore Caritas  che racconta l’esperienza di una delle tante  parrocchie della nostra diocesi. Preghiamo il Signore che non tante, ma tutte le parrocchie diventino il luogo privileggiato e il porto sicuro dove trovare non solo pane, ma speranza, dignità e accoglienza per i nostri fratelli e sorelle nel bisogno.

Stiamo testando google calendar nel sito…

Stiamo testando Google Calendar, così possiamo inserire gli eventi della Caritas Diocesana, anche con largo anticipo, inserendo tutte le notizie che possono interessare. Potete inviare a me,  a questa email:diacono.valenti@gmail.com,  gli eventi che riguardano le Caritas parrocchiali e/o cittadine, così da poterle  condividere con tutti in tempo reale. Siamo in fase di rodaggio, ci scusiamo per eventuali errori, inessattezze o disguidi…confidiamo nell’aiuto e nella collaborazione di tutti. Buon lavoro!!!

Operatori Caritas Parrocchiali-Incontro di Formazione

 

Sabato 29 aprile alle ore 17 presso il salone della Caritas (salita Sant’Anna Piazza Armerina) avrà luogo l’incontro di formazione per gli operatori delle Caritas parrocchiali e dei referenti cittadini. L’incontro sarà guidato da don Enzo Cosentino direttore della Commissione regionale Caritas della Conferenza Episcopale Siciliana.  Cari operatori, siete invitati a partecipare a questo secondo incontro formativo. Sarà anche una opportunità per incontrarci, conoscerci meglio.  Alla fine dell’incontro se vorrete,  ci recheremo presso la chiesa del Carmine per partecipare, alle ore 19 alla S. Messa nella quale  Salvatore Farina già operatore caritas , riceverà l’ammissione  al sacramento dell’ordine sacro del Diaconato,  da partedi  S. E. Mons. Rosario Gisana, nostro Vescovo e Direttore della Caritas Diocesana.  

Sacerdoti e diaconi serviranno alla mensa Dusmet di Librino

http://www.hashtagsicilia.it/cultura/sacerdoti-diaconi-serviranno-alla-mensa-dusmet-librino-15631

La carità è «cuore della vita della Chiesa». Alla scuola del Papa: la carità

 

https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/papa-francesco-amore-ricevuto-da-dio-va-portato-nel-mondo

Il Papa lava i piedi ai detenuti: “Come Gesù mi faccio servo”

 

 SALVATORE CERNUZIO
CITTÀ DEL VATICANO
http://www.lastampa.it/2017/04/13/vaticaninsider/ita/vaticano/francesco-lava-i-piedi-a-detenuti-ges-il-capo-della-chiesa-non-il-papa-wo1yEfRo0S9d8gHymreYXN/pagina.html