Progetto di promozione diocesana di pastorale della carità.

Destinatari: Operatori Caritas Diocesana, Operatori Centri di Ascolto, Osservatorio, Laboratorio promozione Caritas, Operatori e volontari Caritas parrocchiali.

Il progetto intende promuovere e rafforzare la rete Caritas a livello diocesano attraverso attività di formazione e di animazione della comunità.
Le parrocchie e i centri di ascolto rappresentano per tante famiglie in difficoltà il punto di riferimento per ricevere aiuti materiali, ma anche e soprattutto il conforto e la guida nelle avversità della vita.

Gli operatori Caritas, pur essendo animati da tanto spirito di servizio e di carità, necessitano una formazione di base per poter offrire alle persone e alle famiglie che incontrano il supporto più adeguato e opportuno alle esigenze manifestate, rispondendo in linea con uno stile
Caritas.
Le attività che si intendono svolgere riguardano attività di formazione per i volontari parrocchiali delle parrocchie della nostra diocesi con l’intento di offrire strumenti di base relativi all’ascolto, alla comunicazione, al valore del gruppo, al costruire una relazione adeguata con gli altri volontari e con
le famiglie che si rivolgono ai centri di ascolto. La formazione permetterà anche di inserire le dinamiche dell’ascolto e dell’aiuto nella cornice di senso della Caritas e del Vangelo, favorendo la promozione umana e la scoperta e utilizzo delle risorse personali e della comunità.
Il lavoro di formazione sarà realizzato su due livelli, uno volto a costruire relazioni e condivisione tra i componenti del gruppo parrocchiale che si adopera nel servizio, e l’altro volto a costruire occasioni di incontro e di supporto con la Caritas diocesana, a beneficio delle persone e delle
famiglie in difficoltà.
Si tratta quindi di accompagnare le parrocchie nel loro percorso di crescita e di maturazione dei principi Caritas, diventando strumento stabile di testimonianza e di servizio.
Il percorso di accompagnamento avrà come destinatari indiretti prioritariamente le parrocchie e i beneficiari dei cda e dei servizi Caritas, ma di rimando anche tutta la comunità diocesana a livello
civile ed ecclesiale in quanto, grazie alle attività progettuali, si vuole sostenere lo sviluppo della comunità e sollecitare una maggiore consapevolezza dei bisogni del proprio territorio e delle risorse
umane, sociali, materiali ed economiche che ogni comunità può mettere a servizio delle persone più fragili.
Sedi intervicariali: Gela e Piazza Armerina
Formatori per la sede di Piazza Armerina:
Luigi Bizzini della Caritas diocesana di Caltagirone
Salvatore Pappalardo della Caritas diocesana di Catania
Formatori per la sede di Gela:
Valentina Riso della Caritas diocesana di Caltanissetta
Salvatore Pappalardo della Caritas diocesana di Catania

Programma della formazione, tenuta dai formatori:
10 incontri con i seguenti argomenti

*Identità e Statuto Caritas – la funzione pedagogica

*Il Vangelo della Carità e gli strumenti della Caritas
Cda – Os.Po – Laboratorio

*Il metodo Caritas
Ascoltare – Osservare – Discernere
Il CdA e la funzione dell’ascolto

*Il metodo Caritas Ascoltare – Osservare – Discernere
L’osservatorio delle povertà e
l’attenzione alle “periferie”

* Il metodo Caritas Ascoltare – Osservare – Discernere
L’animazione pastorale e comunitaria

*L’equipe della Caritas e gli ambiti di intervento

*La progettazione socio pastorale –
Lo sguardo degli ultimi

* La promozione del Volontariato e
la funzione dell’advocacy nel
contesto vissuto

*La relazione tra Organismi
Pastorali ed uffici diocesani


*Gli enti strumentali della Caritas e
la rete istituzionale

Seguiranno informazioni dettagliate su orari e luoghi e modalità degli incontri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *